Il ruolo della tecnologia nella comunicazione religiosa e nella crescita culturale della società.


13/10/2008 l’articolo affronta il tema del rapporto tra nuove tecnologie e fedi religiose. Traccia alcune recenti tappe sulle più interessanti novità che riguardano la diffusione delle diverse culture e pratiche religiose, anche in un’ottica di analisi di nuove strategie di marketing e di applicazioni tecnologiche con significative ricadute socio-culturali.

Introduzione

Da sempre l’uomo ha cercato di lasciare tracce scolpite o scritte delle sue attività, del suo sapere, delle sue scoperte, della sua storia. È interessante soffermarsi su come, nel tempo, l’uomo abbia via via cercato e trovato nuove tecnologie per scrivere e quindi per trasmettere ad altri il proprio pensiero, identità e conoscenza. Interessante, a questo proposito, è il libro “DALLA SELCE AL SILICIO – Storia della comunicazione e dei mass media� (di Giovanni Giovannini, ed. Libri Sheiwiller, 2003), in cui l’autore traccia il percorso evolutivo della comunicazione dalla selce dei Sumeri e dal papiro degli Egizi al primo alfabeto dei Fenici; dall'invenzione gutenberghiana della stampa all'elettricità senza fili (telegrafo, telefono, radio, televisione) e al silicio del chip, cuore del computer, uno dei maggiori protagonisti di una nuova e tumultuosa trasformazione che ha radicalmente mutato il modo di comunicare e di vivere tra gli uomini.

Sviluppo

Anche il mondo culturale e religioso non è indifferente all’evoluzione delle tecnologie della comunicazione, come dimostra il crescente numero di siti e di strumenti digitali le cui finalità e applicazioni sono quelle di agevolare e moltiplicare la diffusione nella società delle diverse conoscenze e pratiche religiose. Una interessante inchiesta su "Dio in Internet – Le nuove tecnologie aprono nuove vie alla diffusione del Vangelo" è stata pubblicata già nel Gennaio del 2007 negli USA, da parte di padre John Flynn</ sul sito dell’agenzia di informazione internazionale ZENIT. Fra le novità segnalate, la possibilità di scaricare sui cellulari e sui palmari la liturgia delle ore quotidiana, un servizio ritenuto utile e importante da molti sacerdoti in Italia. Il primo sito in Italia ad aver pensato e realizzato tale servizio è MARANATHA.
Più di recente è invece apparsa su ALICE Web la notizia “Preghiera High Tech col rosario elettronico� , un normale lettore MP3 con memorizzate all’interno la preghiere del rosario per ogni giorno della settimana. Anche sul versante della preghiera e della religione islamica si registrano alcune novità, in particolare quella riguardante il "telefonino islamico" segnalata nel Febbraio del 2006 dal Prof. Enzo Mario Napolitano nell’ambito del progetto di ricerca “Etnica� sulla relazione fra marketing e islam. Nel suo articolo, il Prof. Napolitano spiega che il sito di e-commerce culturale islamico www.islamicbook.com propone ai propri utenti il telefonino islamico Ilkone 1800, “un cellulare GSM studiato appositamente per la massa dei fedeli musulmani che non vogliono rinunciare ad abbinare il progresso tecnologico all’etica religiosa. Oltre a tutte le prerogative di un comune telefonino, l’apparecchio, dotato di uno schermo da 65.000 pixel, offre una serie di funzioni che permettono ai clienti di esercitare al meglio il dovere della preghiera: dal testo integrale del Corano, con tanto di traduzione in inglese e motore di ricerca, alle chiamate alla preghiera sincronizzate con La Mecca, Medina e Il Cairo; dal calendario del Ramadan alla bussola che, ovunque ci si trovi, consente di determinare, in oltre 5.000 località, la posizione della Mecca…�. Ancora sul versante del cristianesimo si può trovare su Internet la descrizione di una innovazione denominata "Breviario Digitale", che consiste in un e-book dedicato principalmente alle Sacre Scritture e ai più importanti testi liturgici e dottrinali della Chiesa cattolica.

Approfondimenti

Il “Breviario Elettronico� o “Breviario Digitale� è un dispositivo elettronico specifico per la lettura di testi (e-book reader device o lettore dedicato, che utilizza una particolare tecnologia chiamata E-Ink - inchiostro elettronico -) contenente i volumi cartacei del “Breviario� (ufficio divino della Liturgia delle ore della Chiesa cattolica romana e/o ambrosiana, o di altri possibili riti), nonché i più importanti libri inerenti la religione cristiana e la vita della Chiesa (Bibbia, messale, lezionario, catechismo della Chiesa cattolica, Compendio della dottrina sociale della Chiesa, Preghiere del cristiano, altri documenti ecclesiali). È stato ideato per avere il meglio della cultura, della storia e della spiritualità cristiana sempre a portata di mano.

Le principali caratteristiche e funzioni del Breviario Digitale consistono in:

  • Concentrazione di molti testi sacri e liturgici in un unico libro elettronico (con relativo file digitale e programma di gestione dei testi)
  • Multilinguismo
  • Praticità
  • Facilità d’uso
  • Multimedialità

Le versioni del Breviario Digitale (inteso anche come la sola raccolta e gestione di testi digitali) possono essere realizzate in tutte le lingue (italiano, latino e altre lingue europee ed extraeuropee) e personalizzate secondo i “propri� diversi ordini religiosi (francescano, carmelitano, agostiniano, dehoniano, salesiano, domenicano, ecc).

In un unico oggetto informatico portatile (del peso di circa 400 gr), con formato esterno molto simile al breviario, ma molto più sottile, funzionale e leggero, il nuovo e-book si presenta come una sorta di biblioteca tascabile, dedicata alle particolari esigenze degli utenti sia religiosi sia laici, credenti e non credenti.

Grazie alle caratteristiche innovative rese del dispositivo, tra cui il basso consumo di energia, l’ottimizzazione della lettura delle pagine, funzioni multimediali come i link e gli iper-testi, nonché la possibilità di fare annotazioni e prendere appunti a mano libera grazie alla scrittura col pennino radio e la possibilità di ingrandire il carattere del testo in base alle esigenze visive del singolo utente, il Breviario Digitale, vuole essere un utile e pratico strumento per la lettura, lo studio, la meditazione e la preghiera non solo individuale ma anche comunitaria e pubblica.

Il Breviario Digitale può essere consultato in modalità manuale o automatica.

Infatti, un programma interno è in grado di gestire i testi del Breviario sincronizzando la data solare con quella del calendario liturgico, predisponendo, secondo l’ordine previsto, la sequenza dei testi da leggere (sia per il messale/lezionario sia per la Liturgia delle ore, dall’Invititatorio e le Lodi mattutine a compieta).

Grazie al Breviario Digitale, la Chiesa e l’intera società laica (si pensi non solo alle fraternità secolari e ai movimenti cattolici, ma anche al mondo dei lavoratori, dei liberi professionisti e degli studenti) potranno usufruire di un innovativo strumento di evangelizzazione e di formazione culturale ben identificabile e di semplice utilizzo, che non necessita di collegamenti a Internet (anche se il dispositivo può collegarsi a qualsiasi computer e alla rete Internet con connetività via cavo Ethernet o in modalità wireless) e che non si confonde con altri strumenti elettronici come i Personal Computer o i palmari.

Il Breviario consente inoltre di leggere formati audio e caricare documenti personali (ad esempio slides e relazioni) in vari formati (PDF, HTML, TXT, JPG, altri).

Conclusioni

La scienza e la tecnologia trovano il loro senso più alto e la loro massima efficacia espressiva quando sono messe al servizio dell’uomo, migliorandone la qualità della vita.

Questo vale non solo dal punto di vista delle comodità, della facilitazioni e della salute fisica, ma anche del benessere globale della persona, e quindi della serenità, della interiorità e della spiritualità dell’uomo.

Il mondo delle religioni guarda con interesse sempre crescente lo sviluppo delle nuove tecnologie della comunicazione e dell’informazione per il miglioramento delle proprie finalità e missioni istituzionali.

Ciò rappresenta non solo una nuova opportunità di crescita per la società civile, ma anche un'occasione per nobilitare la tecnologia stessa con nuovi contenuti e un nuovo ruolo di facilitazione per il chiarimento delle diverse identità culturali e religiose e per aprire la strada a un vero dialogo religioso e a una convivenza pacifica fra le persone.

Stefania Venturino www.stefaniaventurino.it



Newsletter

Resta informato con le nostre notizie periodicamente

Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!