Antropocene, ecco le tracce dell’era umana


    I ricercatori appartenenti all’International Commission on Stratigraphy [divisione della International Union of Geological Sciences, IUGS) affermano che gli impatti creati dall’umanità sulla Terra resteranno visibili nei sedimenti e nelle rocce per i prossimi milioni di anni.

    Il gruppo di lavoro sull’Antropocene è impegnato nel formulare una classificazione formale della nuova era geologica.

    Immagine - I rifiuti come le bottiglie di plastica per i detersivi, le casse, le boe, i pettini di plastica, le bottiglie d'acqua di plastica ricoprono la baia di Kanapou, sull'isola di Kaho'olawe alle Hawaii. A causa della posizione remota della baia, la rimozione dei rifiuti è difficile, le spiagge assomigliano sempre più a una discarica. Credits: NOAA Marine Debris Program.

    Gli anni '50 probabile data di inizio dell'Antropocene

    Resta ancora da stabilire il momento esatto di inizio dell'Antropocene, alcuni scienziati ipotizzano plausibile fissare tale data all’inizio degli anni ‘50 del ventesimo secolo. Tale decennio contrassegnerebbe l’inizio della “Grande accelerazione”, il momento in cui la popolazione umana e i relativi consumi hanno iniziato ad accelerare.

    Gli anni ‘50 coincidono anche con la diffusione di alcuni “tecnomateriali” come l’alluminio, il cemento e la plastica e l’inizio della dispersione degli elementi radioattivi intorno alla Terra a causa degli esperimenti con le armi termonucleari. La radioattività provocata dall'esplosione di tali armi nucleari resterà evidente per le prossime centinaia di migliaia di anni.

    Il rapporto del gruppo di lavoro è stato pubblicato sulla rivista Science e non rappresenta una dichiarazione completa e definitiva sull’argomento.

    Piuttosto, il rapporto rappresenta una posizione intermedia, un aggiornamento sulle indagini in corso da parte dei ricercatori.

    La scoperta chiave

    Gli impatti dell'umanità sulla Terra saranno da considerare come pervasivi e sufficientemente distintivi tali da giustificare una classificazione separata.

    "Il rapporto mette in evidenza la rilevanza dei cambiamenti che l'umanità ha apportato al pianeta" scrive il segretario del gruppo di lavoro, il dott. Colin Waters.

    In definitiva sarà la Commissione internazionale sulla stratigrafia ad accettare o meno l’era dell’Antropocene come un'unità supplementare allo schema ufficiale delle ere geologiche utilizzato per descrivere la storia di 4,6 miliardi di anni del nostro pianeta.

    Il famoso diagramma di scala dei tempi geologici presente nei libri di testo e sui poster delle aule scolastiche è improbabile che subirà delle modifiche immediate.


    Se la metà del ventesimo secolo verrà presa in considerazione come data ufficiale di inizio, dovranno essere eseguiti dei campionamenti attraverso dei pozzi di trivellazione tenendo come riferimento alcuni segnali distintivi dell’Antropocene. Questi potrebbero includere i sedimenti degli oceani o dei laghi contenenti gli indicatori di inquinamento come ad esempio le particelle di cenere generate dalla combustione di combustibili fossili.


    Tali esempi per essere validi dovranno avere un impatto dell’attività umana a livello globale e non solo a livello locale, la raccolta dei campioni attraverso i pozzi di trivellazione potrebbe durare diversi anni.

    La Terra è stata trasformata definitivamente?

    C'è una difficoltà concettuale nel riconoscere il fatto che in appena una vita umana, la nostra specie ha trasformato profondamente questo pianeta vecchio di miliardi di anni.

    Le prove sembrerebbero sempre più evidenti, dalle trasformazioni avvenute a livello globale catturate dalle immagini dei satelliti alle estinzioni delle farfalle a livello locale fino agli eventi meteorologici estremi. Tuttavia per i geologi determinare la data di inizio di un'era mentre discipline come la paleontologia e la geologia sono ancora in fase di sviluppo rappresenta un compito difficile, non c'è infatti ancora nessun riferimento utile negli strati di roccia per contrassegnare in maniera chiara l'Antropocene.

    Gli anni ‘50 del ventesimo secolo ovvero l'inizio della grande accelerazione globale costituiscono un indicatore utile sia dal punto di vista scientifico sia perché questo periodo si sono verificati anche grandi cambiamenti dal punto di vista sociale.

    Ciò che ha portato a un cambiamento ambientale a livello planetario è proprio l'evoluzione della società umana, il modo in cui la società umana si svilupperà darà forma a questa nuova epoca.

     



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!