L'osservatorio a raggi-X Chandra osserva nubi di gas intergalattico in formazione


    Chandra ha osservato nubi complesse di gas caldo intergalattico nel processo di formazione di un ammasso di galassie.

    La formidabile risoluzione spaziale dello strumento della NASA ha permesso di distinguere le singole galassie dalle nubi di gas.

    Una delle nubi, che comprende centinaia di galassie, possiede una bassa concentrazione di atomi di ferro implicando che si trova nelle fasi iniziali verso un processo di formazione dell'ammasso.

    Le osservazioni del satellite a raggi-X Chandra costituiscono un fatto molto importante per la comprensione di come sono assemblate le grandi strutture che formano gli ammassi di galassie.

    Il sistema osservato da Chandra, noto come Abell 2125, si trova a circa 3 miliardi di anni-luce, e ha un'età di circa 11 miliardi di anni, quando, si pensa, molte galassie dell'ammasso si sono formate.

    L'immagine di Abell 2125 ci mostra nubi estese di gas caldo, a temperature di diversi milioni di gradi, che stanno contraendosi provenendo da varie direzioni.

    Queste nubi di gas caldo, ognuna delle quali contiene centinaia di galassie, sembrano essere osservate nel processo di formazione di un singolo ammasso di galassie.

    [inline: 1=Immagine - 1 - Nubi di gas intergalattico in Abell 2125] Immagine - 1 - Nubi di gas intergalattico in Abell 2125 ©Chandra X-ray Observatory / Nasa.

    Il satellite Chandra, l'Hubble Space Telescope ed il radiotelescopio del Very Large Array, a Socorro, nel New Mexico, hanno fornito delle immagini di Abell 2125 dove le galassie dell'ammasso vengono per così dire private del loro gas man mano che, in seguito al processo di contrazione gravitazionale, esse si muovono attraverso il gas circostante che esercita una pressione più elevata.

    Questo processo arricchisce il gas nelle regioni centrali dell'ammasso di elementi pesanti, come il ferro.

    Il gas intergalattico, appartenente alla nube primordiale che si trova a diversi milioni di anni-luce dal nucleo dell'ammasso, è privo invece di atomi di ferro.

    Questa nube anemica si trova nella sua fase iniziale dell'evoluzione.

    Gli atomi di ferro, prodotti dalle supernovae delle galassie dell'ammasso, si devono trovare nelle galassie probabilmente sottoforma di granelli o polveri ancora distinti dal resto del gas che emette raggi-X.

    [inline: 2=Immagine - 2 - Very Large Array, near Socorro, New Mexico] Immagine - 2 - Very Large Array, near Socorro, New Mexico©NRAO.

    Nel corso del tempo, man mano che l'ammasso si forma e la pressione del gas aumenta, i granelli di polvere si mescoleranno con il gas caldo e saranno distrutti, liberando perciò gli atomi di ferro.

    La formazione di un ammasso di galassie richiede miliardi di anni e la durata dipende da vari fattori come la densità dei sottoammassi vicini, il tasso di espansione dell'Universo e la presenza di materia ed energia scura.

    Infine, la formazione di un ammasso di galassie coinvolge interazioni complesse tra galassie e il gas caldo che può avere un ruolo importante per le dimensioni finali delle galassie che si formano.

    Le osservazioni di Abell 2125 costituiscono in tal senso un raro esempio di ciò che accade nelle fasi iniziali che portano alla formazione di un ammasso di galassie.

    Sitografia

    Chandra X-ray Observatory Nasa http://chandra.nasa.gov/

    Hubble Space Telescope http://hubblesite.org/

    VLT - Very Large Array, Socorro New Mexico www.aoc.nrao.edu



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!