Motori a propulsione ionica


    I motori utilizzati nelle missioni spaziali dal 1959, erano prevalentemente a propulsione chimica, sia per i vettori di lancio che per i razzi stabilizzatori. Oggi gli ingegneri e i fisici aerospaziali hanno sperimentato con successo un nuovo tipo di propulsione, non per i vettori di lancio ancora a propulsione chimica, ma per i satelliti e le sonde nello spazio diamo uno sguardo a ciò che oggi è già il futuro.



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!