Pianeti extrasolari, una nuova visione delle origini del sistema solare


    La scoperta di pianeti extrasolari implica una nuova visione sull'origine del sistema solare.

    Una di tali condizioni, applicata ai pianeti, prevede che le nubi cosmiche di gas, composte soprattutto di idrogeno e di elio, devono essere arricchite di polvere, ossia di particelle di materia solida formata da diversi elementi chimici, tali nubi di polvere si generano solo dopo la formazione di stelle che hanno terminato la propria esistenza passando per lo stadio di supernovae.

    Solo quando si sia formata una nube gigantesca di gas e polvere e per effetto della forza gravitazionale si contrae ha origine nel centro una sfera di gas caldissimo, è la nascita della stella primaria.

    Per effetto della rotazione, migliaia di granelli di polvere riescono a sottrarsi al collasso della nube, ed essendo più pesanti delle particelle gassose, vengono spinti verso l'esterno della nube dalla loro maggiore forza centrifuga.

    Questo residuo di gas e di polvere forma intorno alla stella giovane un disco protoplanetario, all'interno di questo disco particelle di polvere entrano in contatto e si aggregano, formando, nel corso di milioni di anni, particelle sempre più grandi.

    Fino a che la forza di gravità  riesce a formare sfere di materia gigantesche, che orbitano intorno alla stella.

    I granelli di polvere sono formati in origine da miliardi di atomi di silicio, ossigeno, magnesio e ferro e formano un nucleo solido che viene circondato da un sottilissimo strato di ghiaccio.

    La forza elettromagnetica che agisce fra gli atomi, crea la loro fusione, ed è su questi granelli che si dispongono successivamente elementi più pesanti.

    Nello spazio si sono formate tutte quelle molecole indispensabili alla vita come: idrogeno (H2), monossido di carbonio (CO), acqua (H2O).

    L'acqua è dunque presente in abbondanza non solo sul nostro pianeta, ma, dovunque nell'universo anche se in forma di ghiaccio.

    Fra le molecole più abbondanti nello spazio interstellare ci sono anche il metano (CH4) e l'ammoniaca (NH3), ecc.

    Possiamo dire che gli elementi chimici di cui sono costituiti al 99% tutti gli organismi viventi - idrogeno (H), carbonio (C), azoto (N) e ossigeno (O) - erano già  presenti abbondantemente nelle nubi di gas e polvere della Galassia vari miliardi di anni fa, combinati in centinaia di molecole diverse, ingredienti fondamentali per la formazione dei pianeti e per l'origine della vita.

    Naturalmente la vita per iniziare la sua evoluzione ha bisogno di luoghi dove porre le sue basi, i pianeti.

    Ad oggi, oltre i pianeti del sistema solare sono stati individuati 160 corpi extraplanetari, solo nella nostra galassia, siamo appena all'inizio, l'ultima scoperta è avvenuta qualche giorno fa un pianeta 5 volte la massa della Terra ad una distanza di 20.000 anni luce, quasi al centro della nostra galassia, formato da roccia, ghiaccio ed una esule atmosfera, con una temperatura in superficie di - 220 C°.

    [inline: 1=Immagine - La posizione della stella di Barnard] Immagine - A sinistra la posizione della stella di Barnard

    La gran parte di quelli scoperti hanno grandezze superiori a quelle di giove, i pianeti di tipo terrestre essendo più piccoli sono più difficili da osservare, ma le nuove tecnologie di osservazione diretta e indiretta ci permetteranno ben presto di catalogare una lista di pianeti ben più lunga di quella che abbiamo fino ad oggi (in poco più di dieci anni).

    Attenzione! Stiamo parlando solo della nostra galassia costituita da 100 miliardi di stelle, ma l'universo che conosciamo è costituito da circa 100 miliardi di galassie, pensate a questo punto quanti pianeti potrebbero esistere senza o con altre forme di vita.

    Sitografia

    NASA's Origins Program http://origins.jpl.nasa.gov

    Extrasolar visions www.extrasolar.net

    TG Leonardo www.leonardo.rai.it



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!