Simmetria e dualità: concetti intoccabili e limiti cognitivi di tutta la struttura matematica.


    Limiti invalicabili per tutta la fisica del 900. Professor Roberto Ettore Bertagnolio. “la simmetria potrebbe essere il concetto più cruciale di tutti ….. Tutte le forze fondamentali della natura sono unite da un principio di simmetria …. La controlla la fisica in modo molto profondo e questo rappresenta la lezione principale del xx secolo1. Lezione che sottolinea inconsapevolmente tutta la tragedia della fisica teorica del xx secolo”.

    GRUPPI E SIMMETRIA

    Abbiamo già discusso a lungo sugli aspetti neuropsicologici legati alla struttura matematica di base. Ora si tratta di schematizzare le regole di queste strutture su cui si reggono la simmetrizzazione e le relazioni tra i membri specifici di base.

    Regola 1: Si possono combinare due membri del gruppo per produrre un altro gruppo. Es: 2 e 3 sono membri del gruppo. Con una procedura di moltiplicazione ottengo 6 e 6 è un membro del gruppo.

    Regola 2: Quando si combinano 3 membri potete combinare i primi due e poi il terzo, o combinare i secondi due.

    Regole numero 3 e 4 che riguardano l’identità o la regola n. 4, o dell’elemento inverso.

    Sulla complicatezza dei gruppi di simmetria non si discute, al contrario l’idea base ha a mio avviso, la provenienza nello stesso principio dei fiocchi di neve, che fuor di dubbio sono frutto della stessa radice anomala-percettiva di base.

    Come ricorda Siegfried, “Ricordate, potete ruotare un fiocco di neve di 60 gradi, e questo rimarrà uguale. Anche ruotarlo di 120 gradi lo lascia uguale. E anche ruotarlo di 180 gradi.

    Quindi, potete rendervi conto che queste rotazioni fanno parte di un gruppo – una combinazione di rotazioni di 60 e 120 gradi, entrambe membri di un gruppo di simmetria, producono una rotazione di 180 gradi, anch’essa membro del gruppo (Regola1).

    E potete facilmente verificare che si possono combinare le rotazioni in modi diversi per soddisfare la regola 2.

    Potete anche effettuare una rotazione di 360 gradi, che non solo mantiene inalterato l’aspetto del fiocco di neve, ma riporta anche tutte le braccia nelle posizioni originali .In altre parole, ruotare di 360 gradi equivale a non fare nulla (Regola 3).

    Infine, potete disfare quello che avete fatto semplicemente ruotando di un numero negativo di gradi ( in senso antiorario invece che orario) per soddisfare l’ultima regola (Regola 4)”2.

    RELAZIONE TRA PARTICELLE, GRUPPI DI SIMMETRIA, LEGGI “NATURALI”.

    Sono ormai una consuetudine mettere in relazione le proprietà delle particelle fondamentali e certe operazioni di simmetria, anche perché i gruppi di simmetria garantiscono la regolarità all’interno delle leggi, anzi io aggiungo, le giustificano.

    il modello standard

    Immagine - Il modello standard

    All’interno di questa ottica si possono costruire modelli standard e le equazione che interpretano tale fisica delle particelle, basate anch’esse sulla simmetria non possono che collimare perfettamente con questa interpretazione della “natura”.

    Note:

    1 L’universo strano, Tom Siegfried, ed. Dedalo, Bari 2002, pag. 80. 2 Ibidem pag. 88.

    FINE PRIMA PARTE



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!