La percezione del dolore


    Nell’uomo è ormai noto da anni un effetto di modulazione del dolore denominato effetto placebo. Esso consiste nella diminuzione della percezione del dolore determinata dalla mera convinzione di essere sottoposti ad un trattamento analgesico.

    "Placebo" viene infatti definito come "medicamento dato più per compiacere il paziente che per fornirgli beneficio".

    Come agisce il placebo

    Ma come agisce il placebo? Agisce a livello sensoriale alterando la percezione del dolore oppure agisce a livello psicologico alterando le aspettative?

    A questi quesiti hanno cercato di rispondere un gruppo di scienziati americani con uno studio di risonanza magnetica funzionale (fMRI) pubblicato recentemente su Science.

    Lo studio ha messo in evidenza due risultati cruciali per la comprensione di tale fenomeno.

    Innanzitutto, è stato osservato che nella condizione placebo (cioè quando i partecipanti allo studio sottoposti a piccoli shock elettrici erano convinti di avere sul braccio una crema con proprietà analgesiche), i centri del cervello "sensibili al dolore" si mostravano meno attivi che nella condizione di controllo (condizione in cui ai partecipanti non venivano specificate le proprietà della crema).

    Questo dato porta a ipotizzare che l’analgesia determinata dal placebo trova riscontro in una minore attività del network cerebrale del dolore che comprende il talamo, l’insula e la corteccia del cingolo anteriore.

    Correlazione tra dolore e attività in alcune aree cerebrali

    Inoltre nella condizione placebo è stata osservata una correlazione tra la percezione del dolore riportata dai partecipanti e l’attività cerebrale nella corteccia prefrontale dorsolaterale e nella corteccia orbitofrontale evidenziando come una maggiore attività di tali aree cerebrali sia legata a una minore percezione soggettiva del dolore.

    L’attività di queste aree, che giocano un ruolo chiave rispettivamente nell’update delle aspettative e nel configurare meccanismi di controllo, fornisce una chiara evidenza di come l’effetto placebo agisca a livello dei sistemi cognitivi legati alle aspettative che abbiamo sulla riduzione del dolore, riflettendosi così nella modulazione della percezione del dolore stesso.

    Bibliografia

    Wager TD, Rilling JK, Smith EE, Sokolik A, Casey KL, Davidson RJ, Kosslyn SM, Rose RM & Cohen JD. Placebo-Induced Changes in fMRI in the Anticipation and Experience of Pain. (2004) Science 2004, 303: 1162-66.

    Sitografia

    FMRIB - Oxford Centre for Functional Magnetic Resonance Imaging of the Brain www.fmrib.ox.ac.uk

    Placebo Effect - From Wikipedia, the free encyclopedia http://en.wikipedia.org/wiki/Placebo_effect



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!