L'incognita di intersezione X


    Elemento essenziale della risoluzione insiemistica del principio psicoanalitico di sublimazione preso nelle sue valenze cognitive oltre al ruolo delle immagini

    Gli oggetti esterni, non hanno, a livello generale, alcuno significato per il nostro cervello,"noi" dobbiamo dargli un significato, ma attenzione, questo noi non è arbitrario, dipende dalla seconda entrata essenziale cioè quella del SISTEMA NON SPECIFICO (CONTESTO).(1)

    La X(2) si riferisce a questo sistema, esso è uno dei canali base insieme a quello simmetrico dell’input visivo riferentesi al SISTEMA SPECIFICO, e a livello cerebrale questo avviene attraverso il dialogo talamo corticale, che costituisce la base della COSCIENZA.

    Da questo punto di vista la divisione sottolineata nel loro studio dalle dottoresse Ovadia e Scarpa, sull’Agnosia visiva provocata da un ictus non fanno che confermare la divisione dei due canali (3), da una parte il sistema visivo proveniente dal SISTEMA SPECIFICO dall’altra il SISTEMA NON SPECIFICO, che ci permette di dare un nome e un significato all’immagine.

    E questo significato cosciente e razionale, viene dal profondo meccanismo che ho dimostrato nel corso dei miei studi sta in rapporto dialettico con l’INCONSCIO.

    Per accettare l’idea che il razionale derivi il suo input dall’irrazionale bisogna ribaltare la nostra "Weltanschauung" positivistica. Ma le mie osservazioni non sono "campate in aria" ma comprovate da molte ricerche tra cui quella di Bettina R(4).

    Lo stesso processo di SUBLIMAZIONE, in cui io individuo la RAZIONALIZZAZIONE che sta alla base della catena degli OGGETTI MENTALI, viene da meccanismi cognitivi profondi derivanti storicamente da quell’anomalia primitiva da cui nasce il pensiero simbolico.

    Una presunta trasformazione conscia e individuale delle immagini preconsce è un errore(5), simmetrico a quello di un presunto PRIMITIVISMO prerazionale commesso ad esempio dagli artisti del funzionalismo anche se i risultati a prescindere dal valore epistemologico sono ottimi a livello estetico(6).

    Certe immagini si devono accettare o dai bambini o gli indigeni del Tamil, altrimenti sono "ideologiche".

    Bibliografia

    (1) vedi schema mio sulla "struttura del pensiero logico-simbolico" pubblicato su www.lswn.it;

    (2) la X rappresenta nei miei studi "l’incognita di intersezione degli insiemi".

    (3)Daniela Ovadia e Pina Scarpa, l’architetto che perse le forme, Mente & Cervello, Roma, n.4, luglio-agosto 2003, pp. 64-69.

    (4)Bettina Rolke, Una parola e le sue conseguenze, Mente & Cervello, Roma, n.4, luglio–agosto2003, pp.78-81.

    (5)Marcia Ascher, La tradizione di Kolam, Le scienze (ScientificAmerican) n.415, marzo2003, MI, pp.80-87

    (6)G. C .Argan, L’arte moderna 1770-1970, L’epoca del funzionalismo, in particolare Wassili Kandinsky, pp.535-539, ed. Sansoni, Firenze, 1980, VIII ristampa.



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!