Sistema limbico pulsioni memoria-coscienza


    Ormai la neuroscienza attuale è in grado di definire la collocazione precisa delle singole specificità del cervello.

    Il sito degli INSTINTI DI BASE (PULSIONI se vogliamo usare un termine freudiano) è all’interno il SISTEMA LIMBICO.

    Questo significa a livello più specifico in rapporto ai miei studi, capire meglio i legami che si instaurano tra le ENDORFINE da un lato e i componenti del SISTEMA LIMBICO dall’altro (IPOFISI in particolare ed anche IPOTALAMO AMIGDALA e IPPOCAMPO(1) ).

    A questo punto, ci viene facile pensare che la realtà prettamente psicanalitica dell’INCONSCIO abbia come "culla" senza ombra di dubbio la componente cerebrale Limbica per le sue intrinseche funzioni note in forma sperimentale.

    Ma se l’inconscio sta al limbico, la dialettica TALAMO-CORTICALE sta, come è noto, alla coscienza(2).

    Come ho già in passato reso visivo attraverso schemi e studi, esiste una dialettica più ampia tra INCOSCIO e COSCIENZA(3).

    E’ all’interno di questo specifico che si può instaurare il discorso della MEMORIA esaltandone il ruolo.

    prettamente COGNITIVO che è essenziale per comprendere la "struttura del pensiero".

    L’importante, a questo punto, è non semplificare il discorso come di solito fanno con osservazioni non adeguate e oserei dire frettolose certi studiosi che, per altro, stimavo molto sul piano intellettuale ed umano.

    Di recente mi è capitato di leggere i soliti pregiudizi sui meccanismi della "memoria" e sulla sua localizzazione.

    Nessuno nega a tal fine l’importanza delle strutture della superficie interna al lobo temporale o degli emisferi cerebrali.

    Ciò che mi pare inaccettabile è liquidare la teoria "classica", ovvero quella delle "Tracce" (Freud le chiamava Tracce mnestiche), che depositate sulla Corteccia cerebrale danno alla memoria e giustificano il valore trasversale e dialettico di quest’ultima, a mio avviso l’unica teoria che può spiegare in effetti la traslazione (TRANSFERT)(4) in parte, degli elementi genetici dall’inconscio al preconscio.

    Le due teorie possono coesistere e la memoria "replicante" sulla corteccia può assumere il valore trasversale atto a far funzionare quella dialettica che non ci appariva del tutto chiara, spiegata soltanto psicoanaliticamente cioè senza basi neuroscientificamente consistenti.

    Tale dialettica assume un ruolo importantissimo per spiegare sia la "coscienza" sia i processi cognitivi che da essa derivano.

    Personalmente credo che la causa maggiore dell’incomprensione della MENTE da parte degli studiosi anglosassoni sia aver escluso tale "replicante" della memoria e con esso il ruolo delle componenti del S. LIMBICO in quanto secondo polo dialettico atto a spiegare neuroscientificamente la COSCIENZA e con essa decifrare altresì il mistero di quelle oscillazioni che ancora oggi le tabelle definiscono riferendosi all’IPPOCAMPO, "funzioni tuttora ignote" (5).

    Naturalmente riconoscere le componenti del SISTEMA LIMBICO significa finalmente riconoscere all’interno della cultura occidentale il ruolo dell’INCONSCIO e dargli il valore scientifico che si merita.

    Non è facile per la civiltà occidentale, deve ammettere l’irrazionale come base del razionale, ammettere che la Dea "ragione" di illuministica memoria ha nel suo grembo il CAOS.

    D’altra parte fu proprio uno degli artefici delle categorie del pensiero occidentale, diciamo fra i suoi più grandi figli (Nietzshe) ad affermare in una sua importante opera che "bisogna avere un grande caos dentro di sé per generare delle stelle danzanti".

    Bibliografia

    (1) Endorfine, a cura di G.L.Gessa e G.Nisticò, pythagora press, Roma - Milano, 1987, pp 90-93.

    (2) Denis Pare e Rodolfo Llinas Conscious and Pre-conscious Processes As Seen From the Standpoint of sleep-Waking cycle Neurophysiology in Neuropsychologia, vol.33,n.9,1995, pp.1155-1168.

    (3) Mio schema.

    (4) Innumerevoli studi freudiani già dal 1895 con "studien uber Hysterie". Recentemente il concetto è stato ripreso anche nel campo neuroscietifico.

    (5) Danah Zohar and Ian Marshall, La coscienza intelligente, Sperling e Kupfer editori S.p.A.,MI,2001, (schema sulle onde cerebrali-circa 200 Hz ippocampo)

    Schema Struttura del Pensiero

    [inline: 1= Schema riassuntivo - documento pdf 24Kb circa]



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!