Studi sulla struttura del pensiero logico-simbolico


    Con particolare riferimento al lavoro di Francis Crick1 sul filtro inerente alla FORMAZIONE RETICOLARE ed al mio (2) sulla SUBLIMAZIONE con valenze COGNITIVE.

    Il passaggio dal rapporto SIMBOLO - IMMAGINE all'interno della catena degli OGGETTI MENTALI (OM) al CONCETTO - SEGNO, mediante il processo originariamente freudiano della SUBLIMAZIONE, storicizzato da me attraverso un'epistemologia storico dialettica, ha messo in luce le valenze cognitive dello stesso.

    Per quanto riguarda l'interessante studio di Crick riportato in una semplificazione esemplare da Alessandro Treves3, sul ruolo della "formazione reticolare" all'interno della dialettica TALAMO - CORTICALE, devo dire che tale studio è riuscito a mettere in luce il collegamento dell'IMPUT VISIVO all'interno della dialettica prima citata, come sintetizza Treves:

    "L'idea è che nel talamo stazione per tutti i nostri sensi, dove arrivano gli stimoli dall'esterno, e da dove poi vengono inviati alla corteccia esista una struttura chiave, la formazione reticolare che fa da filtro. I neuroni del talamo parlano con i neuroni della corteccia, i neuroni della corteccia rinviano i loro segnali sia ai neuroni del talamo sia ai neuroni della formazione reticolare. Questi sono inibitori ed interagiscono fra di loro sopprimendosi a vicenda …. Questa competizione fa sì che il sistema di neuroni accoppiati del talamo e della corteccia, che sono legati al vincente, sia quello che prevale e ci dà la coscienza, ovvero la consapevolezza visiva, di un certo frammento della scena che abbiamo di fronte …." (segue Schema1)(Aggiungo un'osservazione personale che riguarda l'importanza anche del SISTEMA NON SPECIFICO simmetrico a quello SPECIFICO, per quanto concerne la struttura del pensiero. Si vede dal mio (Schema2) grazie agli studi di R. Llinas, la ricerca di F.C. è collocata al n.14 della legenda).

    [inline: 1= Immagine - 1 - Schema1] Immagine - 1 - Schema1

    Quest'interazione di neuroni all'interno della FORMAZIONE RETICOLARE mi evidenzia la convinzione che i meccanismi dei GRAFI che compongono gli (OM) oggetti mentali, si siano STABILIZZATI in grafi la cui combinazione è IMMAGINE (4), che poi è il cuore del SIMBOLO. L'ultimo passaggio è quello che intercorre tra immagine e segno, tra simbolo e concetto che per quanto riguarda la mia teoria ci si deve senz'altro riferire al segno matematico. E' a questo punto che (vedi schema 2), io sostengo a proposito dell'allineamento degli OM una catena "razionalizzante", attivata dal processo di SUBLIMAZIONE indirizzato cognitivamente.


    Note

    (1) Francis Crick,the astonishing hypothesis: the scientific search for the soul, New York, Charles Sribner's Sons, 1994.

    (2) schema2 Roberto Bertagnolio

    (3) I volti della mente, Cuen, 2000, a cura di Simone Gozzano, La mente nella rete di Alessandro Treves 166-167 schema di F. C. riportato in Italiano da A.Treves.

    (4) Wittgenstein, Tractatus logico-philosophicus, Torino, Einaudi, 1974 terza edizione.



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!