Programmazione dei robot, abilità logiche e dinamiche nei processi di apprendimento - pag 1/5


    INTRODUZIONE

    In Robotica educativa uno degli aspetti più interessanti è senz'altro la possibilità per gli utenti di poter disporre degli strumenti di controllo del comportamento di una costruzione cibernetica.

    I computer e le altre tecnologie digitali possono fornire un reale contributo per l'apprendimento, nei termini di acquisizione di abilità logiche e dinamiche creativo-progettuali.

    Diverse esperienze si sono concretizzate in una prospettiva formativa orientata a sviluppare strumenti che consentano ai ragazzi non ancora esperti né in possesso di concetti e procedure appartenenti alla disciplina dell'informatica di istruire il computer a risolvere specifici problemi.

    Stiamo parlando di un ambito di ricerca molto attuale e vicino alle reali motivazioni all'apprendimento, di ambienti stimolanti che dovrebbe coinvolgere i docenti nei loro percorsi di insegnamento-apprendimento.

    Ricordiamo gli studi di Bonnie Nardi (1993) che indicano che utenti esperti in un dominio, o comunque motivati a praticarlo, possono apprendere e affrontare linguaggi formali relativi a quel dominio.

    Queste considerazioni in robotica in contesti educativi significano, prioritariamente, ipotizzare che per loro sia possibile gestire tutta la parte riconducibile al livello di complessità insito nel controllo del comportamento di un robot.

    Ha pertanto un significato, a livello cognitivo, porsi il problema di costruire un ambiente di programmazione per ragazzi, non ancora esperti a livello di programmazione, in quanto esistono documentate esperienze che hanno verificato che anche in una situazione tipicamente scolastica i ragazzi riescono a interagire con costruzioni robotiche purché il contesto sia chiaro, finalizzato e ben strutturato.

    I Programmi In robotica educativa la programmazione del mattoncino intelligente rappresenta una delle fasi fondamentali dell'esperienza. Per chi ha utilizzato i diversi prodotti che a partire dagli inizi anni ottanta la Lego in collaborazione con il MIT rendevano disponibili per attività didattiche, si possono ricordare quelli che sono stati più utilizzati in ambito formativo: dai lego® TC, Control Lab, The Intelligent House e la tecnologia che è riscontrabile nei prodotti lego mindstorms fino ai recenti mattoncini intelligenti NXT.

    Sommario articolo:



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!