Bone Bone: la merendina del futuro


    [13/02/2009] I suoi inventori ne sono sicuri: nel futuro c'è Bone bone.

    Bone in inglese osso, riconduce alla forma della merendina; bone bone, nel linguaggio comune dà l'idea di un dolciume: è nata così la merendina che ha portato i laureandi della facoltà di Scienze della Nutrizione e dell'alimentazione dell'Università Federico II di Napoli a vincere il Trophelia Italia per l'innovazione alimentare, premio indetto da Federalimentare nel 2008.

    Gli studenti hanno indagato fra i gusti di bambini e adolescenti con interviste in scuole elementari e medie e hanno scoperto che i ragazzi sono attratti dalla forma dell'osso perciò hanno deciso di elaborare una merendina salutare, capace di rinforzare lo scheletro perché apporta una quantità ottimale di calcio.

    Gruppo laureandi Università  di Napoli

    Immagine - 1 - Da sinistra: Antonio Stanzione, Ilario Mennella, Ornella Capezzuto, Melania Esposito, Marialaura Corollaro, Siani Assunta, Silvestra Pagano.

    Bone Bone, alla lettera osso buono, è una merendina refrigerata composta da un doppio strato di pan di spagna e una farcitura di crema di yogurt arricchita con calcio, fermenti probiotici e inulina.

    La vittoria del Trophelia Italia ha permesso a Bone bone di concorrere, nell'ottobre 2008, alla prima edizione del Trophelia Europe che si è svolta a Parigi in occasione del Sial, Salone Internazionale dell'Agroalimentare.

    Qui Bone bone in concorso con le innovazioni proposte da studenti di Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Slovenia e Spagna si è piazzata Terza, mentre si è aggiudicato il primo premio il Curdylemor, una bevanda naturale a base di latte con aggiunta di succo di limone elaborata dagli studenti spagnoli.

    Il risultato ottenuto dagli studenti della Federico II è più che lodevole anche perché la loro merendina va a collocarsi nel settore, tanto vituperato, delle merendine così spesso additate come responsabili dell'obesità infantile.

    Abbiamo rivolto alcune domande al team di studenti, guidati dal professor Fogliano, creatori di Bone bone:

    Perché una farcitura con crema di yogurt arricchita di calcio, fermenti probiotici e inulina?

    Le merendine sono molto gettonate da bambini e adolescenti, ma spesso sono ritenute responsabili dell'obesità infantile. Per abbassarne il contenuto calorico abbiamo puntato sulla crema di yogurt.

    Abbiamo voluto creare un prodotto che fornisce più calcio dei prodotti in commercio: Bone bone contiene circa 142,5 mg di calcio per porzione, esattamente il 14,25% della quota raccomandata dai LARN; la scelta non è casuale con un simile apporto di calcio si assicura un rinforzo dell'apparato scheletrico. Abbiamo scelto di arricchire la crema allo yogurt con una sostanza prebiotica, l'inulina, che garantisce una migliore biodisponibilità del calcio e agisce in sinergia con i probiotici prescelti per bone bone ovvero il Lactobacillo acidophilus ceppo LA-5. I probiotici aiutano a mantenere il naturale equilibrio intestinale con migliore funzionalità  anche del sistema immunitario.

    Cosa pensate in generale del boom degli alimenti funzionali?

    Dovrebbero essere consumati con intelligenza: sono destinati a persone sane per favorirne un miglior mantenimento dello stato di salute. Non sono cibo-medicina: possono solo supportare una dieta sana ed equilibrata e in alcuni casi possono prevenire l'insorgenza di pericolose patologie. I consumatori, però, come per tutti gli altri alimenti dovrebbero leggerne con molta attenzione le etichette per capire quando e in che quantità  consumarne.

    Avete vinto il Trophelia Italia e siete arrivati terzi al Trophelia Europe: che ne sarà adesso di Bone bone?

    Stiamo cercando un'azienda che voglia investire nel nostro progetto, ma fino ad oggi anche le aziende seriamente convinte della validità  dell'idea non hanno soldi da investire in un progetto come questo. Stiamo comunque cercando senza scoraggiarci perché siamo convinti che Bone bone è la merendina del futuro.

    Il team che ha partecipato alla creazione di Bone Bone è composto da ragazzi giovanissimi: quali sono le vostre prospettive lavorative?

    "Bone Bone" ci ha dato la possibilità di presentarci e proporci al mondo del lavoro, in particolar modo nel campo dell'innovazione in campo alimentare: restiamo ancora i campioni in carica di Trophelia Italia, quindi il meglio che riesce ad offrire al momento l'università  italiana in questo settore.

    Sitografia:

    Trophélia Europe www.trophelia.fr/1-16282-Europe.php

    Comunicato Stampa Federalimentare [PDF - 32Kb] ComunicatoTROPHELIA.pdf

    SIAL - Salone Internazionale dell'alimentazione http://en.sial.fr

    INULINA Da Wikipedia l'enciclopedia libera http://it.wikipedia.org/wiki/Inulina

    Comunicato Università  Federico secondo di Napoli "Gli studenti dell'ateneo inventano la merendina salutare" www.news.unina.it



    Newsletter

    Resta informato con le nostre notizie periodicamente

    Cliccando sul pulsante iscriviti acconsenti al trattamento dei tuoi dati. La tua email non verrà MAI ceduta a nessuno!